Attendere prego...

La nostra offerta

Contenuti

Cos' la finanza agevolata


La Finanza agevolata è uno degli strumenti finanziari a disposizione delle imprese e/o dei privati in generale utile a sostenere investimenti o accedere a finanziamenti per l'avvio di nuove attività imprenditoriali.
La Commissione Europea, lo Stato, le Regioni, le Province, le camere di commercio pubblicano bandi pubblici in cui mettono a disposizione risorse destinate alle imprese per effettuare investimenti.
Un’azienda,  può accedere a più bandi pianificando per tempo, può ottenere più agevolazioni per ogni tipo d’investimento.
Ad esempio, un’azienda che accede alle agevolazioni per acquisto macchinari o impianti, può richiedere i contributi per nuove assunzioni o per ottenere delle certificazioni ambientali, utili per garantire lo svolgimento di certi tipi di attività.
Sono infatti ammissibili nel finanziamento le spese per l’acquisto di attrezzature e di altri beni materiali e immateriali a utilità pluriennale (investimenti).
Le spese devono essere inserite nel piano d’impresa che si intende finanziare.
Investimenti materiali: macchine necessarie alla produzione del prodotto e che hanno una durata pluriennale, le attrezzature necessarie all’attività che non hanno durata pluriennale, cedono la loro utilità nel breve termine.
Investimenti immateriali: spese di impianto (studio di fattibilità, progetto esecutivo), costi di ricerca e sviluppo e pubblicità capitalizzabili, brevetti, software e licenze.
Contributo in conto capitale: o “a fondo perduto”. Viene calcolato in percentuale delle spese ammissibili. Il capitale erogato non deve essere restituito.
Contributo in conto esercizio (gestione): il contributo è valutato come ricavo, deve essere tassato nel periodo di competenza e per l’intero importo.  E’ un’ agevolazione concessa per contribuire alle spese di gestione quali ;personale, pubblicità, viaggi, locazioni immobiliari, oneri finanziari, ecc.).
Contributo in conto interessi: è un contributo che viene concesso nel momento in cui si stipula un finanziamento a medio e lungo termine. Il contributo viene erogato direttamente dall’istituto finanziatore, il quale gioverà per abbassare il tasso di interesse applicato al finanziamento dell’impresa.
Finanziamento agevolato: il finanziamento viene concesso a condizioni agevolate. L’agevolazione consiste in un finanziamento a medio/lungo termine con un tasso di interesse inferiore a quello di mercato o pari a zero.
Contributo in conto canoni: è paragonabile a un contributo in conto interessi, l’agevolazione (a fondo perduto) è concessa per abbattere il costo di un contratto di locazione finanziaria (leasing) stipulato a costi di mercato.